Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

Cucina Svizzera: la ricetta per la perfetta fondue

La neve caduta e i primi impianti sul Gemsstock aperti sono chiari segnali dell’inverno si avvicina sempre più. La stagione fredda è la migliore per godersi la Svizzera, non solo per i magnifici scorci che regalano le sue montagne, ma anche perché permette di concedersi piatti tipici come la ‘fondue’ che con qualche grado in più potrebbero risultare un po’ pesanti.

Abbiamo chiesto a Sonia Figone, esperta foodblogger del sito Nelpaesedellestoviglie, quale fosse il segreto per preparare la fondue perfetta e lei ha scritto per noi una ricetta in cui la tradizione si incontra con un tocco fresco e variopinto, per servire il piatto in maniera inusuale.

L’ingrediente principale è L’Emmentaler Dop, che deve il proprio nome alla valle in cui scorre l’Emme, un fiume del Cantone di Berna, dove la produzione di formaggio era attestata già nel XIII secolo. L’Emmentaler DOP viene oggi prodotto in circa 200 latterie di paese con latte fresco e non trattato di mucche alimentate esclusivamente a erba e fieno. Per un chilo di formaggio occorrono circa 12 litri di latte. È vietata dal disciplinare l’aggiunta di altri ingredienti o l’utilizzo di sostanze geneticamente modificate.

Fonduta nella zucca

Ingredienti per 2 persone

2 zucche piccole

300 g di Emmentaler DOP

1 spicchio d’aglio

350 ml di vino bianco secco

1 cucchiaio di maizena

una foglia di alloro

150 g di panna da cucina

100 gr di fontina a fette sottili

olio, sale e pepe qb

pane di segale grigionese

Tagliate prima a fette e poi a cubetti il pane di segale grigionese (che può essere sostituito anche con un’altra tipologia a scelta fra le diverse varietà di pane svizzero).

Lavate la zucca e tagliate la calotta superiore. Rimuovete i semi e i filamenti con l’aiuto di un cucchiaio e, usando uno scavino, svuotate la zucca dalla polpa.

Strofinate l’interno con olio, sale e pepe e mettete in forno a 180° per circa mezz’ora.

Unite alla maienza 2 cucchiai di vino bianco e mescolate.

In una pentola mettete il restante vino bianco e portate a ebollizione a fuoco lento. Abbassate al minimo il fuoco e aggiungete lo spicchio d’aglio tagliato a metà e la foglia di alloro.

Aggiungete in pentola anche l’Emmentaler ridotto a scaglie sottili, mantenendo la fiamma bassa, e mescolando continuamente con un cucchiaio di legno fate fondere il formaggio fino a ottenere una crema liscia e omogenea. Dopo circa 5 minuti aggiungete il composto di vino e maienza, la fontina e infine la panna da cucina.

Regolate di sale, aggiungete una spolverata di pepe e trasferite la fonduta nelle zucche ancora calde, aiutandovi con un mestolo.

Accompagnate il tutto con i crostini di pane di segale grigionese.

Se invece non ve la sentite di mettervi ai fornelli, ma non potete resistere alla tentazione di una deliziosa fonduta, passate a trovarci ad Andermatt, dove vi consigliamo di provare quella del ristorante Ochsen, oppure fate un salto alla Fondue House di Lucerna.

Ma la Svizzera non è solo fonduta, per scoprire altri piatti e prodotti tipici della tradizione culinaria di Andermatt, non perdetevi il nostro video Valley to Table.

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)