Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

Intervista ad André Bossert, Ambasciatore Golf di Andermatt

Come avete già avuto modo di leggere sul nuovo numero di The Andermatter, abbiamo intervistato per voi André Bossert, giocatore di Golf professionista svizzero e Ambasciatore del nuovo campo 18 buche di Andermatt.

Dopo un eccellente inizio di stagione, con un piazzamento al secondo posto e  una vittoria nelle prime due uscite nel circuito svizzero, André Bossert prenderà parte al Challenge Tour, partecipando a 5 eventi nelle prossime 6 settimane.  Dall’11 al 14 luglio, sarà poi impegnato con lo Swiss Challenge di Sempachersee, un evento a cui partecipare con tutta la famiglia se siete appassionati di golf, perché offre la possibilità di veder giocare dal vivo alcuni dei migliori talenti europei delle nuove e vecchie generazioni.

André Bossert  Golf course Andermatt Swiss Alps

Mr. Bossert, dal 2007 le fa parte della Commissione di Controllo per la costruzione del nuovo campo da Golf di Andermatt, di cui recentemente è stato anche nominato Ambasciatore e consulente professionista. Come si è sviluppata questa collaborazione e cosa l’ha affascinata in particolare del progetto Golf di Andermatt Swiss Alps?

Sono stato contattato da Bernhard Russi, che mi ha chiesto di entrare nella Commissione di Costruzione, fin dall’avvio del progetto. Mi occupo della progettazione di campi da Golf da ben 10 anni ormai, insieme al mio socio Jean Darselet, e sono sempre interessato ai nuovi progetti, quindi ho accettato subito!

Questa poi rappresentava un’occasione d’oro per me, dandomi modo di lavorare con il famoso architetto di campi da Golf Kurt Rossknecht e di mettere al servizio della commissione la mia esperienza di giocatore professionista di lungo corso e di Golf designer part time.

Lei ha descritto quello di Andermatt come un campo da Golf da competizione di primo livello. Quali sono le caratteristiche del campo che la inducono a definirlo tale?

Decisamente, sulla carta, il campo di Andermatt possiede la lunghezza necessaria e un design tattico tale da qualificarlo come campo da Golf da competizione. Ho giocato alcune buche lo scorso anno, ma non vedo l’ora di provare tutte e 18 le buche quest’anno, così da potervi fare un resoconto completo su come vi si gioca.

La cosa che amo in particolare di questo campo, è il modo in cui si inserisce così armoniosamente nel paesaggio di Andermatt: Rossknecht ha utilizzato moltissimi degli elementi naturali del territorio nella progettazione, come rocce e corsi d’acqua.

pianta del campo da Golf di Andermatt

Il campo si trova a 1460 m sopra il livello del mare. È una caratteristica che i giocatori devono tenere in considerazione quando giocano, relativamente alla velocità del vento per esempio? Quali altri elementi dovrebbero tenere a mente i giocatori? Si potrebbe descrivere il gioco sul campo di Andermatt come training alpino?

Sono cresciuto a Johannesburg, in Sudafrica, che si trova a 1800 msl quindi conosco bene gli effetti che l’altitudine può avere sulla pallina. Ad Andermatt, la palla volerà più velocemente di circa un 8% in una bella giornata di sole, per la felicità dei giocatori, quindi non si deve dimenticare di aggiustare il tiro e usare un ferro più basso di quello che si sceglierebbe a livello del mare.

Anche il vento è un fattore importante. Generalmente soffia in due direzioni – dall’alto al basso della valle – ma il campo è stato progettato intelligentemente, in modo che anche ogni buca vada in queste direzioni, limitando così le difficoltà causate dal vento laterale. Gli unici problemi potrebbero quindi esserci giocando colpi con vento a favore o contrario.

A metà di entrambe le 9 buche, si sale su un altopiano da cui si gode una magnifica vista della valle di Andermatt. Certamente dipende anche dalla condizione fisica di ogni giocatore la possibilità che l’altitudine comprometta il gioco, ma la bontà dell’aria, al di là dell’altezza, sarà un toccasana per la mente affaticata dei giocatori.

Parliamo del campo da Golf di Andermatt; si tratta di un campo da competizione par 72 che consiste in 12 buche su terreno pianeggiante e 6 fairway in collina. Qual è la buca che preferisce e perché?

Amo molto le variazioni fra le diverse buche del campo da Golf di Andermatt e proprio in virtù del fatto che ogni buca è così unica non posso dire di preferirne una sola, ma diverse. Mi piace la numero 6, che è la prima buca dopo il ritorno dall’altopiano: il fairway è incassato su entrambi i lati fino a condurre in basso al green. Anche le buche 7 e 14 mi piacciono molto, perché si può lanciare la palla dal tee – che si trova in posizione più alta – colpendola in modo che arrivi giù direttamente al fairway; mentre il par 3 della buca 13, posta sul fianco di un dirupo, richiede un approccio di massima precisione. L’uso più spettacolare di specchi d’acqua sul campo è in prossimità delle buche 9 e 18, che condividono lo stesso green: la prima è un difficile par 3 e la seconda un invitante par 5 che può concludersi rovinosamente se si finisce nel laghetto di fianco.

Quanto spesso si potrà avere la fortuna di incontrarla sul campo da Golf di Andermatt?

Quest’anno ho già in programma di venire a giocare al campo per 3 giorni, ma spero di trovare anche delle altre occasioni per portare la mia famiglia a provare il campo di Andermatt.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle uscite di The Andermatter e sulle novità dal mondo Andermatt Swiss Alps? Iscriviti alla nostra newsletter!

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)