Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

Sempre pronti… e non vale solo per gli scout!

Con la graduale diminuzione delle forze armate ad Andermatt, spariscono anche le loro caserme. La piazza d’armi è ormai storia. Lo smantellamento dei poligoni di tiro non è stato un gioco da ragazzi. Ogni millimetro del terreno su cui erano installati i muri fermaproiettili è stato ripulito con successo dai rifiuti inquinanti  come il piombo o l’antimonio. Ora seguirà la demolizione della Normhalle 2, risalente a 40 anni fa, situata proprio accanto alla stazione della linea ferroviaria Cervino- San Gottardo. I lavori si presentano in questo caso un po’ più semplici, dato che la superficie da demolire è inferiore e si può riutilizzare l’esperienza acquisita durante la demolizione del poligono di tiro. Il capannone sarà rimosso per fare spazio a numerosi nuovi progetti come un sottopasso sciistico, un nuovo edificio per la stazione ferroviaria o per la stazione a valle della nuova cabinovia. Non appena saranno pronti i progetti, ad Andermatt si partirà subito con la loro realizzazione.

DSC_0652.bearb

La demolizione, che sarà completata entro la fine di Maggio, verrà eseguita dalla Tiefbau AG di Flüelen. “Lavoriamo partendo dall’alto verso il basso. Il massiccio edificio ci consente di demolire le parti in calcestruzzo in un colpo solo “, sottolinea Urs Herger, project manager di Andermatt Swiss Alps AG. L’edificio largo 20 metri, lungo 70 metri e alto 13 metri, è stato fino ad oggi un deposito di armasuisse. Anche adesso che è vuoto, il capannone ha dimensioni impressionanti. “Abbiamo calcolato che risulteranno circa 2800 tonnellate di materiali da demolizione” dice Urs Herger. Di conseguenza il capannone sarà probabilmente smantellato in grossi pezzi unici e non come al solito frammentato in calcinacci. Queste parti resteranno nella valle dell’Orsera, e più precisamente a Zumdorf UR, dove saranno lavorate nel centro di riciclaggio per riportarle al loro stato originale di calcestruzzo.

Abbruch Normhalle 6_bearb.

Si tratta di una grande sfida secondo Urs Herger, considerata la immediata vicinanza dei binari ferroviari. I treni continueranno a circolare regolarmente in orario a pochi metri dall’area di demolizione. Nel corso di una demolizione si genera moltissima polvere e rumore. “Faremo del nostro meglio, per contenere questi disagi il più possibile. Grazie alla demolizione graduale di grandi elementi e la rinuncia alla frantumazione riusciremo ad eseguire quanto necessario con la massima sicurezza.“

Abbruch Normhalle 4_bearb.

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)