Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

Un posto di lavoro sulle alte vette

“Gli ospiti sono così colpiti dall’ambiente che li circonda da non avere neppure il tempo di provare paura”, ride Manuela Jucker, l’esperta addetta ai turisti della SkiArena Andermatt-Sedrun. In estate manovra la cabinovia che porta da Andermatt sulla cima del Gemsstock e quindi ha l’opportunità di vedere da vicino e condividere le reazioni degli ospiti. “Il clima all’interno della cabina cambia a seconda del gruppo presente.  I bambini non si fanno troppi problemi per l’altitudine e si divertono a fare evoluzioni e a giocare intorno alle aste di sostegno. Con gli adulti invece capita a volte che tengano per tutto il percorso gli occhi chiusi e il corpo rigidamente contratto.“ Una delle domande più frequenti che viene posta a Manuela durante il tragitto riguarda il percorso delle piste da sci.”Chi viene qui in estate,  fa fatica a credere che su quel terreno così ripido e roccioso in inverno si estendano le piste da sci.“

Manuela_blog

Tuttavia l’attività della funivia del Gemsstock in estate non si limita solo ai viaggi per i passeggeri. Nell’ambito delle opere di revisione, ad esempio, ci sono molti lavoratori impegnati a controllare ogni singolo pilone. Dopo aver svolto il loro lavoro essi vengono raccolti con la cabinovia: “Trovare il giusto punto di arresto, per calare o tirare su un lavoratore ad un pilone è una bella sfida, specialmente quando c’è una nebbia fitta o soffia forte il vento.“ Altrimenti Manuela conduce il viaggio da 1400  fino a quasi 3000 metri sul livello del mare con grande tranquillità. Non è turbata né dalla paura dell’altitudine né dalla sensazione di fastidio provocata dal vento o dal passaggio dei piloni. “Ho fiducia nella tecnologia e nei materiali impiegati. E rispetto all’inverno, periodo in cui lavoro principalmente alla cassa e mi occupo di amministrazione, questa è proprio una bella alternativa.“

Gondel_blog

Da più di 50 anni la cima del Gemsstock è accessibile. Un’opera di eccezionale bravura ha permesso ciò considerato come è scoscesa la montagna e in quali punti sono stati fissati i quattro piloni. E anche se il viaggio in cabinovia, così in alto, sospesi sulle rocce frastagliate, non è gradito a tutti, una volta in cima attende tutti una ricompensa incredibile ossia la vista su 600 cime di montagne e trovarsi al centro delle Alpi Svizzere. Sulla via del ritorno vale la pena poi di fare una puntatina al ristorante di Gurschenalp.

Tal_blog

Anche nel dorato autunno la funivia del Gemsstock riprende l’attività per due settimane (dal 4 ottobre al 19 ottobre), prima di prepararsi durante una breve pausa alla stagione invernale (La stagione sul Gemststock inizia il 6. dicembre). Qui troverete ulteriori informazioni sulla funivia del Gemsstock.

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)