Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

C’è aria di musica

Quest’anno per la prima volta, durante il periodo di Pasqua, si terrà ad Andermatt una rassegna concertistica di musica classica. Nella chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo si potranno ascoltare non solo la celebre orchestra “Festival Strings Lucerne”, conosciuta in tutto il mondo, ma anche numerosi altri concerti di famosi artisti, vincitori di molteplici premi, tra cui il quintetto di strumenti in legno “Nexus Reed“.

SONY DSC

 

Entrambe le formazioni presentano uno straordinario repertorio e un programma perfettamente conosciuto, ma nonostante ciò il palco è sempre una grossa sfida per loro. Ecco cosa ci raccontano i due portavoce di questi Ensemble, con cui abbiamo parlato durante i preparativi per il loro ingresso in scena ad Andermatt.

Daniel  DoddsFototermin am 15.07.2011Foto: Dorothee Falke Sandro_Blog

Daniel Dodds, primo violino del Festival Strings Lucerne: “La routine ci aiuta molto nel corso dei preparativi, quando però si va in scena, allora non esiste più nessuna routine. È il bello della diretta!“ Concorda con lui Sandro Blank, sassofonista e cofondatore del quintetto “NEXUS reed”: “Ogni concerto è diverso dall’altro. Bisogna adattarsi allo spazio e rispondere adeguatamente al pubblico che si ha davanti. Chi aspira alla perfezione, non considererà mai uno spettacolo dal vivo un lavoro di routine.“ Daniel Dodds viaggia in tutto il mondo con la sua orchestra Festival Strings Lucerne. “È sempre emozionante esibirsi in luoghi nuovi. Per esempio quest’anno a Pasqua suoneremo per la prima volta nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo ad Andermatt. Nelle chiese si respira un’atmosfera particolare ed è sempre un’esperienza meravigliosa suonare lì”. “Non abbiamo ancora viaggiato tanto lontano come Festival Strings Lucerne“, ride Sandro Blank. “Ma da giovane Ensemble, quale siamo, cogliamo tutte le opportunità per esibirci e avere la possibilità di suonare nella chiesa di Andermatt è per noi una grande occasione”.

Nexus_blog

Nel loro programma sono previsti brani di Johann Sebastian Bach e Wolfgang Amadeus Mozart, ma il quintetto di strumenti in legno NEXUS Reed eseguirà anche per la prima volta un’opera del compositore contemporaneo Luigi Laveglia (*1971). “Spesso cerchiamo di mescolare nel nostro programma il vecchio e il nuovo”, spiega Sandro Blank. Anche nel repertorio di Festival Strings Lucerne non si trovano solo gli stili barocco, classico e romantico. “Ci sentiamo a nostro agio eseguendo brani che vanno dalla musica barocca fino ai nostri giorni. Che cosa suoniamo e come costruiamo il nostro programma dipende molto dalla manifestazione e dall’organizzatore “, dice Daniel Doods. “Il nostro pezzo forte è sicuramente l’Ouverture dell’opera Guglielmo Tell di Gioacchino Rossini e il concerto per tromba e orchestra dell’ Es-Dur di Johann Nepomuk Hummel.”

Festival20Strings20Lucerne_1_blog 

Il pubblico potrà quindi scegliere ciò che gli piace maggiormente da un ricco e variegato programma.

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)