Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

Sul Gemsstock si accelerano i lavori di costruzione

Neue 6-er Sesselbahn Gurschenalp_ASS Raju Boog (9)_titel

La nuova seggiovia che porta al Gurschengrat è ormai nelle sue ultime fasi di realizzazione. “In questi giorni sono in corso i collaudi interni da parte degli ingegneri della Ditta Garaventa. Successivamente verrà effettuata una prova di funzionamento della durata di 50 ore, nel corso della quale si provvederà ad eseguire tutte le possibili manovre, come, ad esempio, far uscire e far rientrare i sedili nella rimessa, farli viaggiare a diverse velocità, trasportare carichi oppure compiere dei viaggi con il generatore di emergenza. “Infatti se dovesse mancare la corrente, disponiamo di un generatore di emergenza che funziona con un motore diesel”, spiega Tobias Gisler, responsabile dei Servizi tecnici di Andermatt Sedrun Sport AG.

Neue 6-er Sesselbahn Gurschenalp_ASS Raju Boog (3)_blog

Il breve tempo destinato alla costruzione viene utilizzato in modo estremamente efficiente. “L’imprenditore edile Loretz, il costruttore di seggiovie Garaventa e le altre imprese coinvolte hanno fatto veramente un ottimo lavoro e la collaborazione tra loro ha sempre funzionato alla perfezione.”, dice Gisler. “A volte erano presenti in cantiere fino a 15 operai edili e 15 montatori, che hanno recuperato così quel po’ di ritardo accumulato all’inizio della costruzione.” Anche il tempo è stato comunque clemente: infatti si è quasi sempre potuto lavorare sul terreno asciutto, cosa che si è rivelata anche un vantaggio in termini di ambiente, perché praticamente non si sono mai create aree fangose.

Neue 6-er Sesselbahn Gurschenalp_ASS Raju Boog (12)_blog

Nonostante l’esecuzione dei lavori sia proseguita senza alcuna difficoltà, rimane ancora una importante scadenza da rispettare. “Dopo i collaudi interni e la prova di funzionamento, la seggiovia sarà sottoposta a collaudo dal Ministero dei Trasporti – il Bundesamt für Verkehr (BAV). Per tre giorni tre ingegneri esamineranno a fondo l’impianto dal punto di vista meccanico, tecnico ed elettronico e decideranno il rilascio della licenza di esercizio”, aggiunge poi Gisler. Se, come speriamo, accadrà ciò, sabato 14 novembre la stazione sciistica sul Gemsstock riaprirà con un nuovo impianto di risalita.

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)