Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

Il Canton Uri protagonista dei lavori sotterranei

Titel_blog

Con la costruzione del resort turistico aumenta anche la necessità di provvedere ai servizi primari come i rifornimenti e lo smaltimento (acqua corrente, acque meteoriche, acque di scarico, corrente elettrica), il che significa che bisogna costruire molte nuove linee di servizi. Per esempio, nel caso delle acque meteoriche e di scarico, Andermatt Swiss Alps AG in unione con la Abwasser Uri realizzerà un sistema completo di canalizzazione, che allo stesso tempo sostituirà l’attuale rete di fognature miste con una di moderne fognature a sistema separato.

Röhre Horizontal_Blog Baugrube_blog

Le acque meteoriche (acqua piovana) in futuro non defluiranno più nell’ARA, ma attraverso un nuovo canale meteorico direttamente nella Gola del Schöllenen. Le acque di scarico invece saranno portate anche in futuro nell’ARA. “Prima le acque reflue e le acque piovane non venivano condotte via separatamente. La rete fognaria a sistema separato ha il vantaggio di scaricare l’impianto di acque chiare dalle grandi quantità di acqua piovana. Il trattamento delle acque reflue avrà così un costo più basso.”, spiega Urs Herger, responsabile del progetto di Andermatt Swiss Alps AG.

Bild 4_blog

Le reti che provengono dal borgo raggiungendo l’area del resort si trovano ad una elevata profondità, tra i quattro e i sei metri sottoterra. Per quanto riguarda la rete di acque reflue, le tubazioni hanno un diametro di circa 50 cm, mentre per le acque meteoriche di circa 2 m. “Il metodo da noi adottato per posare i tubi è nuovo e sarà impiegato per la prima volta nel Canton Uri”, dice Herger. “Non saranno più incassati come si faceva prima, ma avvolti con terra morbida e fluida. Per fare così, setacciamo la terra scavata, la mischiamo con un tipo di argilla (la betonite) e con il cemento e riempiamo di nuovo lo scavo con questo fango. Grazie alla sua consistenza fluida, il tubo viene avvolto correttamente.” Questa tecnica presenta molti vantaggi: lo sfruttamento del suolo è più limitato dal punto di vista tecnico e ambientale; dato che i tubi sono ben racchiusi, la pressione generale è equilibrata; la terra fluida si asciuga così in fretta che dopo sole due ore è possibile camminarci di nuovo sopra e, se dovesse accadere qualcosa ai tubi, il terreno ormai solido si può scavare facilmente. Se fosse necessario un intervento di riparazione, non bisognerà quindi liberarli dal calcestruzzo con ulteriori costi.

Bagger_blog anreichern_blog

La posa dei tubi non è però così semplice e presenta alcune sfide. “Per mantenere gli scavi asciutti, in caso di grave guasto, si dovevano pompare via dagli 8.000 ai 10.000 litri di acqua freatica. Poi noi purifichiamo e neutralizziamo sempre l’acqua prima di riversarla nel Reuss. Questi processi vengono controllati regolarmente dall’ingegnere ambientale responsabile della costruzione e dal Ministero dell’Ambiente”. Nel corso di circa un anno sono stati posati tutti i tubi della prima fase. “Abbiamo già raggiunto la prima pietra miliare, perché senza la posa delle nuove tubazioni l’avvio dei lavori di costruzione del secondo hotel non sarebbe stato possibile. Il vecchio tracciato di tubazioni per le acque miste toccava considerevolmente l’area di costruzione dell’hotel. Il nuovo tracciato è stato ora posato al di fuori del perimetro di costruzione dell’hotel. Raggiungeremo la seconda pietra miliare quando avremo posato tutte le tubazioni nel terreno e potremo iniziare il ponte sovrastante, che dalla rotonda conduce al resort. Al momento si sta lavorando a pieno ritmo. Siamo fiduciosi di riuscire a rispettare la tempistica preventivata anche se è molto stretta.“

Letztes_blog

La “Fase Tubazioni”, attualmente in corso di realizzazione, costa circa 5 milioni di Franchi. I costi saranno ripartiti tra l’Abwasser Uri e Andermatt Swiss Alps AG in base al principio secondo cui colui che causa il danno è chiamato a risarcirlo.

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)