Skip to navigation (Press Enter) Skip to main content (Press Enter)
Andermatt Swiss Alps

Tra Santi e Crocifissi

“Lavoro in convento.” Questa frase potrebbe suonare in qualche modo insolita, ma per i dipendenti di Andermatt Swiss Alps AG è piuttosto usuale. Il convento di St. Karl ad Altdorf è la sede principale della società. Ai nuovi collaboratori i corridoi sembrano tutti uguali e la strada per ritornare al proprio ufficio non è così semplice da trovare. Roman Barmettler del dipartimento Marketing ricorda, sorridendo divertito, il suo primo giorno qui. “Avrei voluto davvero avere una app di navigazione del convento quando ho iniziato a lavorare qui. Mi avrebbe risparmiato un sacco di strada”.

Roman_Blog Gang_Blog

Gli uffici a volte sono stati realizzati a partire da diversi spazi destinati al riposo notturno delle suore, le celle, abbattendo alcuni muri divisori. Ciò ha generato una distribuzione degli spazi molto particolare, come ad esempio quello occupato dall’ufficio marketing dove lavora Eliane Keller. “L’atmosfera del convento offre molta ispirazione per il nostro lavoro ed è già capitato che ci abbia spinti a concepire alcune idee creative.” E, dopo una breve esitazione, conclude dicendo: “Nei mesi estivi, nel nostro ufficio fa così caldo, che solo la fontana nel giardino del convento porta un po’ di frescura.“

Eliane_Blog Brunnen_Blog

Una parte del reparto Finanza si trova nello spazio dell’ex-panificio delle ostie. Per questo i muri non sono di legno. Barbara Hiltbrunner, addetta alla contabilità, apprezza molto il suo posto di lavoro così particolare. “Dopo aver lavorato alcuni anni in un grande ufficio rumoroso e dalle attività febbrili, lavorare nel convento è una vera benedizione. L’atmosfera accogliente del piccolo panificio delle ostie offre un ambiente piacevole nel quale posso concentrarmi in pace sul mio lavoro: con la panificazione non ha proprio molto a che fare!“ Presto saranno trasformate anche altre stanze. L’infermeria ha una finestra che si apre sulla chiesa. Così le monache potevano assistere alla Messa dal letto anche se erano ammalate. Oggi è l’ufficio del CEO Franz-Xaver Simmen. Se anche lui apre e chiude la finestra per recitare una giaculatoria rivolgendosi alla chiesa, non ci è stato concesso di saperlo.

Fenster_Blog

Al secondo piano del convento le celle delle suore sono rimaste intatte. Oltre al letto e ad un piccolo lavandino in ogni stanza c’è un inginocchiatoio. Solo l’uso delle stanze è cambiato. Quando le riunioni durano più a lungo o bisogna assolutamente preparare ancora una presentazione, i dipendenti di Andermatt Swiss Alps AG possono pernottare in queste celle. “Ero molto contenta che ci fosse questa stanza quando ero incinta”, racconta Annekathrin Meier. “Così ogni tanto potevo distendere un po’ le gambe e rilassarmi.”

Betbank_Blog

Il convento è comunque rimasto allo stato originale. Nessun ufficio ha sulla porta il nome del dipendente. Al loro posto sono appese delle lavagnette con diversi aforismi. Uno dei luoghi più importanti del convento è il muro della memoria dove sono riportati i nomi di tutte le suore che hanno vissuto e pregato qui. La storia risale al 17° secolo quando le suore cappuccine si trasferirono da Attinghausen ad Altdorf. Nel corso di 300 anni, in questo luogo dodici generazioni di ragazze di Altdorf hanno imparato a leggere, a scrivere e a far di conto.
Oggi è un edificio sotto la protezione delle belle arti di proprietà della Fondazione Ecclesiastica del Monastero di Suore di St. Karl Altdorf.

Engel preiset_Blog Memorial_Blog

Dings 2_Blog Dings1_Blog

Aggiungi un commento

Si prega di compilare tutti i campi contrassegnati da asterisco (*)